Loading...
Loading...

Pensiamo allo sposo? 😍

Home / Senza categoria / Pensiamo allo sposo? 😍

E’ tremendamente vero: la sposa è la vera protagonista, ma…se il look dello sposo non è perfetto le conseguenze possono essere catastrofiche. Le attenzioni si spostano su di lui e sui difetti del #WeddingDay e non sulla bellezza di tutto il resto, perciò attenzione alla scelta perché anche questa è fatidica!

Prima di cominciare con i consigli, va data una premessa che riguarda lo stile. Lo sposo e la sposa devono essere armonici tra loro, perciò è impossibile che la scelta possa essere fatta senza la presenza della sposa, oppure di una persona che conosce l’abito scelto dalla sposa. Per questo motivo è assolutamente più giusto scegliere in un atelier che abbia scelta per entrambi.

La prima regola riguarda l’eleganza. C’è un famoso blogger di moda maschile che, dall’alto della sua competenza, confessa di recarsi ad un matrimonio, vestito con un outfit sotto tono, misero. Sapete perché? Perché rispetta il galateo che impone di non essere più elegante dello sposo e mantiene il suo glamour a guinzaglio! Lui non ha mai riscontrato eleganza nello sposo!

Lo sposo è lo sposo! Ragazze non teneteli sotto tono, oppure sembreranno semplici invitati alle loro nozze! 

Vediamo le differenze tra i vari otufit!

IL TIGHT Si indossa solo di mattino e se la cerimonia nono si protrae oltre le 18. Se lo sposo lo indossa, anche i fratelli, testimoni e padri degli sposi devono indossarlo. E’ composta da una giacca grigia o nera a code larghe da portare chiusa. Può essere indossato anche il corto. Il completo prevede pantaloni a righe grigie o nere, gilet doppiopetto gridio chiaro e cravatta o plastron fermata da uno spillo con la perla. Calzini (ovviamente) fino al ginocchio neri o grigi scuri.

IL MEZZO TIGHT. Come sopra, va indossato solo di mattina. A differenza del tight presenta una giacca senza code e decisamente più corta. I pantaloni saranno sempre a righe e il gilet in una tonalità a contrasto come il grigio perla. La camicia bianca con collo piuttosto rigido e polsini chiusi da gemelli.

IL FRAC. E’ molto elegante e importante da indossare esclusivamente la sera. Adatto per matrimoni regali o comunque in contesti piuttosto prestigiosi. La giacca corta davanti e lunga dietro con le cosiddette code di rondine ha il potere di rendere splendida la silhouette maschile. Le scarpe dovranno essere di vernice dalla linea affusolata.

LO SMOKING.  Non è il classico abito da sposo, ma dall’America arriva questa tendenza che si sta consolidando anche in Italia. E’ glamour se avete scelto una location dal mood american style.

L’ABITO CLASSICO GRIGIO. Si indossa solo in inverno e preferibilmente nella tonalità fumo di Londra. E’ l’abito da sposo ideale per un matrimonio formale, ma dal tono easy e lo si può indossare con estrema eleganza. Vuole una cravatta semplice, magari con micro motivi geometrici. ll completo si indossa con le scarpe nere stringate e non lucide.

L’ABITO CLASSICO BLU. E’ il colore più adatto per chi si sposa da maggio a settembre. Il classico abito blu prevede la giacca monopetto, senza spacchi, il pantalone senza risvolto al fondo e la camicia bianca con gemelli ai polsi. Per la cravatta è ammessa una garbata fantasia, mentre la pochette nel taschino della giacca deve essere in lino bianco (non scegliete il coordinato tra pochette e cravatta).

L’ABITO DAMASCATO. E’ ottimo se il mood del matrimonio è estroso e può essere arricchito da accessori scintillanti: plastron drappeggiati con micro spille gioiello, gilet con bottoni décor e camicie di seta con pregiate lavorazioni. Le scarpe rigorosamente lucide en pendant con lo stile de luxe dell’abito.

L’ABITO COLOR PASTELLO E’ l’ultimissima tendenza uomo, anche per lo sposo purché il matrimonio sia in estate e si svolga in una location esterna. Quale? Un garden fiorito, una terrazza con vista mare, un magico bosco o a bordo piscina.

 

Comments(0)

Leave a Comment